Amare la lettura attraverso un gesto d'amore: un adulto che legge una storia.

Il programma Nati per Leggere. Ogni bambino ha diritto ad essere protetto non solo dalla malattia e dalla violenza ma anche dalla mancanza di adeguate occasioni di sviluppo affettivo e cognitivo.

Dal 1999, il programma Nati per Leggere ha l'obiettivo di promuovere la lettura in famiglia sin dalla nascita. Recenti ricerche scientifiche dimostrano come il leggere ad alta voce, con una certa continuità, ai bambini in età prescolare abbia una positiva influenza sia dal punto di vista relazionale (è una opportunità di relazione tra bambino e genitori), che cognitivo (si sviluppano meglio e più precocemente la comprensione del linguaggio e la capacità di lettura). Inoltre si consolida nel bambino l'abitudine a leggere che si protrae nelle età successive grazie all'approccio precoce legato alla relazione. Nati per Leggere è promosso dall'alleanza tra bibliotecari e pediatri attraverso le seguenti associazioni: l'Associazione Culturale Pediatri, l'Associazione Italiana Biblioteche e il Centro per la Salute del Bambino - ONLUS - CSB

Per informazioni è possibile consultare il sito ufficiale del programma Nati per Leggere.

 


Gli incontri di aggiornamento per insegnanti della scuola dell'infanzia ed educatrici di asilo nido.

Il prossimo incontro, dal titolo "Conoscere e utilizzare libri di qualità per lo sviluppo del bambino in età prescolare" è programmato in 5 edizioni:

  • CHIAVENNA: sabato, 30 settembre, Biblioteca centrale della Valchiavenna, via della Marmirola, 3;

  • MORBEGNO: sabato, 7 ottobre, sala riunioni del Museo civico di Storia naturale, via Cortivacci, 2;

  • TIRANO: sabato, 14 ottobre, biblioteca civica Arcari, piazza Pievani, 1;

  • SONDRIO: sabato 21 ottobre, sala Vitali del Credito Valtellinese, via delle Pergole, 10 (posti esauriti);

  • BORMIO: sabato 11 novembre, Sc'tua Granda del Museo civico, via Buon Consiglio, 25 (al 16/10/2017 ancora 12 posti disponibili).

Le iscrizioni oltre i 30 posti disponibili saranno accolte con riserva e in ordine di arrivo, in caso di rinuncia dei partecipanti già ammessi.