Questa sezione del catalogo comprende i libri di narrativa posseduti dalle biblioteche. Puoi effettuare ricerche in questa sezione attraverso il box di ricerca qui sotto.

Trovati 65951 documenti.

Mostra parametri
I guerrieri delle maree
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Doyle, Catherine <1990->

I guerrieri delle maree / Catherine Doyle ; traduzione di Simona Brogli

Mondadori, 2020

Abstract: Fionn Boyle è il Custode delle Tempeste da cinque mesi, quando terrificanti orde di PredaAnime invadono Arranmore. I seguaci della temuta strega Morrigan sono giunti per farla risorgere e il ragazzo, prescelto per essere il difensore dell'isola, non ha il potere di fermarli: la magia lo ha abbandonato e questa volta il nonno, la cui memoria si fa sempre più labile, non può aiutarlo. Fionn è convinto di avere un'unica speranza: ritrovare il perduto esercito di Tritoni di Dagda. Ma ormai da secoli non si crede più che le feroci creature marine dalla pelle blu e i denti di squalo esistano, e nessuno è disposto a fidarsi di lui. Fionn però non si dà per vinto. E mentre gli abitanti dell'isola si preparano alla battaglia per salvare Arranmore, si lancerà con gli amici Shelby e Sam in una disperata lotta contro il tempo alla ricerca dei leggendari guerrieri. Il destino del mondo grava sulle sue spalle e, senza magia, dovrà fare appello a tutto il suo coraggio.

3: Amici per la pelle
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Guibert, Emmanuel <1964-> - Boutavant, Marc <1970->

3: Amici per la pelle

Abstract: È semplice: Ariol è l’asino e Ramono il maiale. Uno è blu, ha lunghe orecchie e grossi occhiali. L’altro è rosa e il suo muso sembra una presa elettrica. Non si può certo dire che si somiglino, ma sono amici. Talmente amici che talvolta il maiale fa delle asinate e l’asino delle maialate. E allora non si sa più chi è chi!

Sottovoce
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Degl'Innocenti, Fulvia <1966->

Sottovoce / Fulvia Degl'Innocenti

Pelledoca, 2020

Abstract: Sono sensazioni strane quelle che Caroline prova ogni volta che accompagna la nonna al cimitero: le sembra di udire delle voci dei bambini morti, di sentire addirittura il loro contatto sulla pelle. Quando mamma decide di trasferirsi la scelta ricade sul numero 13 di una via di periferia alle spalle di un vecchio cimitero abbandonato. Nella nuova scuola stringe amicizia con Ruth e Eddie, un tipo solitario con la fissa per alieni e storie horror. Intanto di notte, i sogni che arrivano la turbano sempre più: ci sono tanti bambini che non conosce che vogliono qualcosa da lei, e se fossero messaggi dall'oltretomba? Non resta che andare a curiosare al cimitero... Con un nuovo trasferimento Caroline conferma la sua capacità di percepire l'invisibile e in questa piccola città qualcuno le chiede aiuto più degli altri. Si tratta di tre ragazze scomparse anni addietro. Caroline inizia a indagare e man mano che procede nelle ricerche la terribile verità viene a galla.

Le cicogne sono immortali
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mabanckou, Alain <1966->

Le cicogne sono immortali / Alain Mabanckou

[S.l.] : 66th and 2nd, 2020

Bazar ; 39

Abstract: Continuazione ideale di "Domani avrò vent'anni", "Le cicogne sono immortali" ci riporta nella Pointe-Noire di fine anni Settanta, in tre giorni cruciali nella storia del Congo-Brazzaville. Ritroviamo Michel, il piccolo sognatore, oggi un ragazzino con la testa sempre tra le nuvole; Papà Roger, attaccato ventiquattro ore su ventiquattro alla radio per ascoltare le ultime notizie dal mondo; Mamma Pauline, la venditrice di caschi di banane, forte, impavida; insieme a una spassosa carrellata di personaggi. Non mancano i cinema Rex e Duo, che trasmettono sempre i soliti film, il quartiere Trois-Cents, quello delle prostitute, e tutti i luoghi cari alla memoria di Mabanckou e dei suoi lettori. Ma sono appunto giornate cruciali: il presidente Marien Ngouabi, capo della Rivoluzione socialista congolese, è appena stato assassinato e la gente segue con apprensione l'evolversi degli eventi. Tre giorni che cambieranno la vita del protagonista. Ed è proprio attraverso le parole piene di ingenuità di Michel che Mabanckou torna a raccontare, con il consueto umorismo e il gusto per il grottesco, il proprio paese, con tutte le sue contraddizioni ma anche la sua bellezza nostalgica.

Fronte di scavo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Loffredi, Sara <1978->

Fronte di scavo / Sara Loffredi

Einaudi, 2020

Le cose da salvare
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rossetti, Ilaria <1987->

Le cose da salvare / Ilaria Rossetti

Pozza, 2020

Abstract: Il Ponte è appena crollato. È venuto giù in un vortice di calce e blocchi di cemento. Affacciato alla finestra della cucina, il sessantaquattrenne Gabriele Maestrale osserva incredulo la voragine che si spalanca ai piedi del suo condominio, un edificio scheletrico con cinque balconi su cui incombe l'ombra spezzata del Ponte. Dal baratro si levano grida, deboli, incredule. Voci angosciate echeggiano nella tromba delle scale. Durante la loro corsa a precipizio, alcuni si fermano a picchiare alla sua porta: «Forza, raccolga quel che può e scenda, qui potrebbe venire giù tutto!». Gabriele, però, non riesce a muoversi, preda di un dilemma che non lo fa respirare: quali sono le cose da salvare? Gli oggetti utili, prima di tutto: il portafogli, i documenti, la giacca cerata, un paio di scarpe... Poi, forse, le fotografie, il cellulare, il libretto degli assegni, quel romanzo di Pavese appartenuto a Elisabetta, prima che se ne andasse... Che cosa salvare di una vita intera, quando tutto crolla, quando il mondo è ingombro di rovine prive di senso? Incapace di decidere che cosa portare con sé, Gabriele si lascia cadere sul divano; non si alzerà. Non si alzerà nemmeno all'arrivo dei vigili del fuoco, della polizia, di chiunque venga a intimargli di abbandonare la sua casa e mettersi al sicuro. Un anno dopo, la giornalista Petra Capoani viene incaricata dal direttore della Voce, una piccola testata di provincia, di scrivere la storia dell'uomo che dal crollo del Ponte vive asserragliato nella propria casa, circondato dalla desolazione e dalla solitudine. Da poco rientrata in Italia dopo diversi anni di lavoro a Londra, Petra accetta l'incarico senza entusiasmo, ma dovrà ricredersi quando Gabriele Maestrale le aprirà la porta della sua casa e, insieme, della sua esistenza.

E la sposa chiuse la porta
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Matalon, Ronit

E la sposa chiuse la porta / Ronit Matalon ; traduzione di Alessandra Shomroni

Firenze : Giuntina, 2020

Israeliana

Abstract: «Non mi sposo, non mi sposo, non mi sposo!». Mancano poche ore al matrimonio, ma Marghi si è chiusa in camera e la sua decisione appare irrevocabile. Fuori dalla stanza, tutti cercano di capire cosa sia successo e provano a convincerla a uscire, senza ottenere risposta. Il fldanzato Mati e i suoi genitori, la madre Nadia, la vecchia nonna, il cugino Han - qualcuno di loro riuscirà a parlare al cuore della promessa sposa? "E la sposa chiuse la porta" è una commedia sulla precarietà delle relazioni, sulla libertà di scelta e l'ereditarietà del destino. Leggera e intima allo stesso tempo, sembra suggerire l'idea che ognuno di noi dovrebbe avere la possibilità di ripararsi dietro una porta chiusa, lasciando fuori tutto e tutti. Ma è possibile?

L'assedio di Troia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Kallifatides, Theodor

L'assedio di Troia / Theodor Kallifatides ; traduzione di Lucia Fochi

Milano : Solferino, 2020

Narratori

Abstract: È il 1945, la guerra volge al termine. Ma in un piccolo villaggio greco la vita continua come niente fosse, in una convivenza con gli occupanti tedeschi ormai diventata abitudine. Un giorno, però, cominciano a cadere, inaspettate, le bombe inglesi. Anche sulla scuola. Gli studenti si rifugiano in una grotta, guidati dalla loro insegnante, l'incantevole Signorina, «sottile come una lama di luce». E qui lei, per far passare il tempo, racconta loro di un'altra guerra, quella combattuta dagli Achei sotto le mura di Troia per le grazie della bellissima Elena, rapita da Paride al suo sposo Menelao. Salteranno le teste, scorrerà il sangue, non si conteranno i morti, tutto per lei. Ma quando Elena guarderà Achille ed Ettore fronteggiarsi nel terribile duello finale, saprà che, in ogni caso, ha perso. Kallifatides ci guida nel racconto di un'Iliade tutta umana, in cui il destino non ha la forma di un insindacabile decreto divino, ma di una scelta compiuta da eroi fin troppo mortali. L'epica omerica si legge così in una chiave tragicamente contemporanea, e il più grande racconto di guerra di tutti i tempi diventa un messaggio che ci addita l'insensatezza di ogni conflitto.

La Malaluna
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mattiuzza, Maurizio

La Malaluna / Maurizio Mattiuzza

Milano : Solferino, 2020

Narratori

Abstract: Una famiglia friulana di lingua slovena stretta nelle maglie del confine orientale. Un padre soldato e una donna minuta, forte come mille uomini, che la prima guerra mondiale strappa, assieme ai tre figli, dalla propria terra nel nome di un destino collettivo e familiare segnato dalla rotta di Caporetto e dall'ascesa di quel fascismo di confine che evoca misteri e vendette mai sopite. Maurizio Mattiuzza, nel suo esordio narrativo, svela una storia corale, ispirata a quella dei suoi avi, che intreccia le vite, gli amori, gli scontri e le morti di una battaglia per l'esistenza che comincia vicino a Udine nei primi anni del secolo scorso, continua nel Ventennio con l'accanimento etnico del Regime di confine e finisce a Gela nella notte dello sbarco alleato del '43 dove è chiamato a combattere Giovanni Sbaiz, protagonista del libro. Una saga di «vinti» in lotta per i propri diritti, la storia di un frammento di popolo pronto a schierarsi o a mimetizzarsi nel male minore, ma mai ad arrendersi. Un libro sull'inutilità della guerra, sulla tragedia dei profughi e sulla follia del fascismo.

Lo splendore del niente
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Attanasio, Maria <1943->

Lo splendore del niente : e altre storie / Maria Attanasio

Palermo : Sellerio, 2020

La memoria ; 1159

Abstract: «Si nasce per caso in un luogo, che può diventare scelta, destino. E destino di scrittura è stata per me Caltagirone, l'immaginaria Calacte della maggior parte di questi racconti. Storie soprattutto di donne - ribelli non rassegnate - di cui spesso resta solo un gesto, un dettaglio, impigliato in vecchi libri o nelle scritture di cronisti locali: frammenti dell'immemore genealogia delle madri, che arrivano a me, si insediano in me, fino a quando non restituisco loro parola e identità. Ricostruendo, tra immaginario storico e tracce documentali, il pensare e l'operare di Catarina, Francisca, Annarcangela, Ignazia, ma anche delle protagoniste degli altri racconti, la mia vita si è fusa con la loro in una sorta di transfert, di autobiografia traslata nel tempo dell'esclusione dal linguaggio che ha caratterizzato l'identità di genere; dove però è possibile ritrovare sorprendenti storie di coraggio e di resistenza alla discriminazione e all'ingiustizia» (Maria Attanasio, dalla Nota introduttiva). Raccogliere in un unico volume questi racconti, variamente editi tra il 1994 e il 2014, corrisponde alla necessità di dare più completa conoscenza ai lettori di una scrittrice appartata ma la cui opera è accompagnata oggi da una crescente attenzione, da una continua curiosità. Il volume mette assieme: la lunga novella, quasi un breve romanzo, Correva l'anno 1698, che dissotterra la vicenda di Francisca, uomo-femmina, «masculu fora e fimmina intra»; bellissima Lo splendore del niente storia di potenza flaubertiana di Ignazia Perremuto, di superba e nobile famiglia, che a lussi, amori e doveri propri del suo stato preferisce contemplare il nulla, prefigurando le ribellioni alla sottomissione femminile -, oltre a rapide escursioni attraverso destini di donne del Settecento. Recuperati, tutti, dalle antiche cronache e riportati in vita da una scrittura che suscita immagini a ogni rigo.

Dove non siamo stati
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Vivinetto, Giovanna Cristina

Dove non siamo stati / Giovanna Cristina Vivinetto

Milano : BUR Rizzoli, 2020

Contemporanea

Abstract: Dove non siamo stati, sembra dirci l'autrice in questo nuovo libro di poesie, in realtà c'eravamo già: eravamo nei corpi e nelle storie degli altri. La transizione, che nei versi di "Dolore minimo" è sessuale, diventa qui un dato esistenziale irrinunciabile per poter andare avanti. Una poesia di fantasmi e di addii, di case abbandonate, di realtà custodite solo nel ricordo di chi resta, nei giochi lasciati dai bambini nei cortili dell'infanzia. Un senso di conclusione pervade i suoi versi serrati, quello definitivo che sempre precede il cambiamento. Una fine che va indagata nei momenti più dolenti, prima di lasciare il passo alla realtà nuova che bussa alle porte. Un portato poetico universale e autentico, in cui l'esperienza personale si trasfigura per accogliere il vissuto di ciascuno, interrogando un vuoto in cui, a ben vedere, siamo sempre stati. Con una prefazione di Roberta Dapunt e una nota critica di Alberto Bertoni.

La vita a un passo da noi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Berkel, Christian <1957->

La vita a un passo da noi : romanzo / Christian Berkel ; traduzione di Silvia Albesano

Rizzoli, 2020

Abstract: Berlino 1932: Sala e Otto hanno tredici e diciassette anni quando si incontrano e si innamorano. Sono diversissimi e provengono da mondi molto lontani tra di loro, Otto dalla classe operaia, Sala da una famiglia di intellettuali ed è ebrea per parte di madre. Sei anni dopo, nel 1938, Sala è costretta a lasciare la Germania a causa delle persecuzioni razziali e si rifugia a Parigi presso una zia, fino a quando, due anni dopo, i tedeschi non invadono la Francia. Otto, che nel frattempo si è laureato in medicina, va in guerra come medico della Wehrmacht. Sala, tradita mentre sta tentando di fuggire da Parigi, è portata a Gurs, un campo di internamento nei Pirenei, dove si muore rapidamente di fame e di malattia. Chi sopravvive fino al 1943 viene deportato ad Auschwitz. Ma lei è fortunata, riesce a fuggire e a nascondersi. Poco prima della fine della guerra, Otto viene fatto prigioniero in Russia, riuscendo a rientrare in patria solo nel 1950. Anche per Sala è nel frattempo iniziata un'odissea che la porta fino a Buenos Aires, dove cerca di costruirsi una nuova vita. Quando decide di tornare a Berlino, lei e Otto non si vedono da ormai dieci anni, ma Sala sa di non averlo mai dimenticato. Christian Berkel racconta il romanzo della sua famiglia e una grande storia d'amore, conducendo il lettore attraverso un intero secolo da Ascona a Berlino, da Parigi a Gurs, da Madrid a Buenos Aires, e raccontando le vicende terribili e avventurose di due innamorati che non potrebbero essere più diversi, ma che rimangono legati per tutta la vita.

Amorfine
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rugolotto, Alberto

Amorfine / Alberto Rugolotto

Roma : Curcio, 2020

Electi

Abstract: Parigi, primi anni '70. Angelo, un fotografo italiano, si trasferisce nella capitale francese per fuggire da una vita troppo soffocante e povera di stimoli. La speranza di intraprendere un cambiamento esistenziale lo porta quindi a Parigi, dove incontra ben presto Patrizio, un giovane italiano che come lui ha lasciato il suo paese assieme ad una promettente carriera; Angelo e Patrizio diventano ben presto ottimi amici. Nei primi mesi Angelo incontra anche Jeanne, una particolare psicoanalista, con la quale intraprende una relazione terapeutica. Durante il funerale della madre di lei intravede una ragazza, Marine; i suoi occhi intensi, il suo sguardo, lo lasceranno infatuato e incuriosito. Inizia fra i due una intrigante, intensa e passionale relazione amorosa, tra pause in bistrot di Montmartre, passeggiate, bevute e visite al Père Lachaise. La loro relazione continua -intrecciandosi spesso con la vita di Patrizio e di altre amicizie, fra le quali una rockstar americana in esilio volontario a Parigi. Angelo ben presto verrà a conoscenza della grande sofferenza di lei e delle sue profonde inquietudini dovute al dolore per la morte del padre, suicidatosi, che metteranno a dura prova il legame tra i due. Una storia sincera, disinvolta e passionale che si racconta da sola, con il sottofondo degli anni '70 francesi.

Il vestito dei sogni di Rose
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Woodfine, Katherine <1983->

Il vestito dei sogni di Rose / Katherine Woodfine ; illustrazioni di Kate Pankhurst ; traduzione dall'inglese di Matteo Gabbrielli

Roma : Sinnos, 2020

Leggimi!

Abstract: Siamo in Francia nel 1763. Rose ha dei sogni nel cassetto pieni di stoffe, fiocchi e disegni. Perché Rose immagina sempre vestiti nuovi e sorprendenti. Vorrebbe fare la stilista, ma nessuno ancora sa davvero cosa faccia una stilista. Così lei, caparbia, prende la matita e comincia a disegnare... Una storia ispirata alla vita di Rose Bertin. Età di lettura: da 6 anni.

Scriviamo sul muro?
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gallissot, Romain - Touache, Sébastien <1982->

Scriviamo sul muro? / Romain Gallissot, Sébastien Touache

Jaca Book, 2020

Abstract: Alice e Tom devono correre per non far tardi a scuola. Per strada vedono Scarabocchio, il gatto della vicina,che sta scappando. E così, per acchiapparlo, si tuffano in un'incredibile avventura...

Il fantasma di Canterville
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Stilton, Geronimo <personaggio>

Il fantasma di Canterville / Geronimo Stilton

Piemme, 2020

Abstract: Nella campagna inglese c'è un castello avvolto nel mistero. Antiche leggende narrano che tra le sue mura si aggiri uno spettro... Come reagirà all'arrivo dei nuovi proprietari?

Appuntamento a Bruxelles
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Stilton, Tea <personaggio>

Appuntamento a Bruxelles / Tea Stilton

Piemme, 2020

Abstract: Siamo in partenza per il Belgio, destinazione: fiera del fumetto! Tra le pagine degli albi illustrati si nascondono gli indizi per risolvere un nuovo mistero! Vi piacciono i viaggi, le avventure e i misteri? Allora unitevi alle Tea Sisters: esplorerete Paesi sempre nuovi e affascinanti... ma non solo! Scoprirete che le cinque ragazze adorano viaggiare, ma ancor di più amano aiutare gli amici in difficoltà, indagare su casi misteriosi e risolvere anche gli intrighi più complicati!

Fate largo al mini detective
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Stilton, Geronimo <personaggio>

Fate largo al mini detective / Geronimo Stilton

Piemme, 2020

Abstract: Per mille micro-mozzarelle! Chi sta facendo sparire i biscotti dal supermercato? Per scoprirlo, dovrò rimpicciolirmi con il raggio miniaturizzante e lanciarmi tra carrelli e scaffali, in una maxi avventura piena di colpi di scena!

La notte degli enigmi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Stilton, Tea <personaggio>

La notte degli enigmi / Tea Stilton

Piemme, 2020

Abstract: Una festa di San Valentino in un antico castello... Potete immaginare una serata più romantica? Ma quando una delle invitate sparisce nel nulla con un bellissimo bracciale, il romanticismo lascia il posto... al mistero! Per noi Detective del Cuore è arrivato il momento di entrare in azione!

Un consiglio da amica
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Stilton, Tea <personaggio>

Un consiglio da amica / Tea Stilton

Piemme, 2020

Abstract: Nei corridoi del college si possono incontrare anche cinque ragazze unite da un'amicizia fortissima: le Tea Sisters. E queste sono le loro avventure, che raccontano i loro sogni e le loro emozioni! Alla redazione del giornalino piovono letterine firmate da un mittente misterioso... È alla ricerca di consigli per affrontare la timidezza e guadagnare fiducia in se stesso: diamogli una mano!